Tutti in sella sulla ciclabile San Candido – Lienz!Tutti in sella sulla ciclabile San Candido – Lienz!

Mentre stavamo organizzando la nostra vacanza in Trentino Alto Adige, in programma alla fine della scorsa estate, ho scoperto che il Trentino è un piccolo paradiso per gli amanti della bicicletta: ha oltre 400 km di piste ciclabili, un numero davvero impressionante!

Io e la mia famiglia non siamo dei veri appassionati di bici, ma in occasione di questo viaggio abbiamo percorso la ciclabile che va da San Candido a Lienz (in Austria) ed è stata un’esperienza meravigliosa, che vi consiglio assolutamente di fare.

Il paesaggio che si attraversa percorrendo questo tragitto in bici è spettacolare: distese immense di prati verdi (con le immancabili mucche al pascolo), montagne sullo sfondo e, in alcuni tratti, si passa persino nel bel mezzo di fitti boschi secolari.

Ora che ho alzato il vostro livello di curiosità posso dirvi la lunghezza della ciclabile: sono 40 km. Sì, lo so, che sembrano tanti, specie se non si è allenati (io ho avuto lo stesso timore quando l’ho saputo), ma è un itinerario davvero alla portata di tutti. Ve lo confermano due adulti poco sportivi, come me e mio marito e la nostra bimba poco più che treenne (lei ovviamente non ha pedalato 😉 ).

Di seguito potete leggere un po’ di dettagli e suggerimenti che potranno tornarvi utili per organizzare questa fantastica pedalata tra Trentino ed Austria, non perdetevela!.

ciclabile lungodrava

La ciclabile San Candido-Lienz (chiamata “Lungodrava”) è uno dei percorsi più amati e frequentati d’Europa e per questo è molto ben organizzato. Il ritorno da Lienz a San Candido viene effettuato in treno, il che consente tra l’altro di riposare un po’ dopo la bella pedalata!
Si tratta di un itinerario di 40 km, come già detto, ma completamente asfaltato e quasi sempre in leggera discesa (tra le due città c’è infatti un dislivello di 500 m circa).

La partenza è dalla piccola città di San Candido, dove si trovano più di un punto di noleggio bici, per chi non ha con sé la propria bicicletta.
Qui potrete noleggiare non solo le biciclette, ma anche i principali accessori: caschi per tutti, eventuali seggiolini per i bambini, carrellini, borse etc.
Noi ci siamo affidati al servizio di Papin Sport ed è stato eccellente. Prima di partire ai ciclisti vengono rilasciati anche i numeri di telefono per ricevere eventuale assistenza durante il percorso e tutte le informazioni necessarie.

Seguire il percorso della ciclabile è piuttosto facile, sia perché incontrerete spesso altri ciclisti sia perché è ben segnalata dai cartelli.
Quasi tutto il percorso è riservato alle biciclette, ci sono pochissimi punti di attraversamento di strade e centri abitati e questo le rende piuttosto sicuro anche per i bambini.

Lungo il percorso ci sono alcuni punti di ristoro, non molti per la verità, ma sufficienti. Una tappa quasi d’obbligo è quella alla fabbrica e spaccio Loacker Heinfels, dove potrete fare una sosta golosa e qualche acquisto (purtroppo viaggiando in bici non c’è molto spazio per le scorte!).

Una volta arrivati a Lienz le biciclette possono essere lasciate al punto noleggio oppure riportate con sé indietro in treno (il costo è identico, per cui io consiglio di restituirle).

Noi abbiamo percorso la Lungodrava all’inizio di Settembre ed il clima era assolutamente perfetto. Immagino che la primavera e l’estate siano i periodi migliori per effettuare il percorso, anche se mi hanno detto che in Agosto è molto frequentato e perde un po’ di fascino.

Abbiamo scelto di dedicare alla ciclabile praticamente l’intera giornata. Il percorso in bicicletta in sé può prendere 2-3 ore, ma dipende essenzialmente dal numero di soste fatte e se i bambini sono trasportati (come la nostra) oppure sono anche loro in bicicletta.

Noi abbiamo preferito godere di tutta la giornata, facendo un paio di belle soste, una alla citata Loacker e l’altra per un pic nic nel verde (senza considerare tutte le fermate fatte per le foto!).
Arrivati a Lienz abbiamo fatto anche una breve visita della città, in attesa dell’ora del treno di ritorno.
Se ritornate in treno direi che l’unica accortezza riguarda proprio gli orari delle ferrovie (precisissime, tra l’altro): dopo una certa ora non ci sono più collegamenti (gli orari del treno vengono consegnati al punto di noleggi bici, ma vi consiglio di informarvi bene).

Vi piacerebbe fare un’esperienza simile nella prossima vacanza? L’avete già provata?

Photo credits: Ciclabile San Candido – Lienz

Un commento a “Tutti in sella sulla ciclabile San Candido – Lienz!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi utilizzare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>