Alla scoperta dell’Acquario di GenovaAlla scoperta dell’Acquario di Genova

Ho da sempre un amore particolare per i delfini e l’Acquario di Genova è, per me che sono fiorentina, il posto più vicino nel quale posso vederli. Così ogni tanto mi piace tornarci ed ogni volta rimango incantata di fronte alle vasche di questi incredibili mammiferi come una bambina.

Negli ultimi anni a vedere l’Acquario di Genova ho portato anche Viola, mia figlia. La prima volta in occasione del suo primo compleanno (ed è chiaro che data l’età, il regalo fosse più per me che per lei 🙂 ) e la scorsa estate. Ormai quattrenne, la visita stavolta è stata totalmente diversa anche per lei e molto godibile per tutta la famiglia.

delfini

Proprio l’area riservata ai delfini è stata in questa occasione quella ci ha sorpreso di più. È stato infatti realizzato un bellissimo Padiglione Cetacei in vetro (progettato nientemeno che da Renzo Piano) visibile addirittura su due livelli che permette di ammirare i delfini davvero da tutte le visuali. Va da sé che davanti a questa struttura io ci avrei passato la giornata, ma come me anche Viola e tantissimi altri visitatori di ogni età. Un’emozione unica che da sola varrebbe il viaggio e l’ingresso all’Acquario.

L’Acquario di Genova è ovviamente molto altro oltre i delfini ed anche se per la semplice visita viene stimata una durata di 2 ore e mezzo, io credo che siano tutt’altro che sufficienti per goderselo con calma.
Ci sono infatti oltre 30 vasche con pesci mediterranei, tropicali e persino antartici, i simpaticissimi pinguini, i buffi lamantini e le dolcissime foche. Molto suggestiva anche la vasca degli squali, che sebbene al di là di un vetro, a me inducono sempre un certo timore reverenziale.

nemo

L’Acquario di Genova è piacevole da visitare anche perché assolutamente family friendly. Gli spazi ampi nei quali sostare tranquillamente, la possibilità di girare la struttura con carrozzine e passeggini, la gentilezza del personale di supporto, ti permettono davvero di goderti la visita appieno.
All’interno dell’Acquario ci sono più toelette con fasciatoi per cambiare i più piccoli con comodità e due snack bar dove consumare qualcosa di veloce (per un pranzo un po’ più gustoso io vi consiglio di dirigervi però a Eataly, che si trova appena fuori dall’Acquario, sempre nel Porto Antico).

Oltre alla visita in autonomia, esistono anche delle proposte guidate a cui potete aderire una volta all’interno dell’Acquario o acquistare sul sito ufficiale: “Acquario guidato” (una visita guidata di un’ora e mezzo con il personale dell’Acquario) e “Acquario segreto” (visita delle vasche dal “dietro le quinte). Un’esperienza sicuramente incredibile per i bambini è la “notte con gli squali” organizzata una volta al mese per bambini e ragazzi dai 7 ai 13 anni.

Per altre informazioni utili per pianificare la vostra giornata all’acquario vi consiglio di visitare il sito ufficiale: http://www.acquariodigenova.it/.

Oltre all’Acquario di Genova nel Porto Antico ci sono diverse altre attrazioni molto carine, come la Città dei Bambini e dei Ragazzi ed esistono dei biglietti di ingresso cumulativi per vederne due o più nella stessa giornata. Dal punto di vista economico i biglietti cumulativi sono sicuramente convenienti, ma prima di acquistarli vi consiglio di valutare bene quanto tempo avete a disposizione e gli orari di chiusura delle attrazioni.
Noi siamo stati troppo ottimisti ed essendoci persi nella bellezza dell’Acquario, siamo arrivati alla Città dei Bambini e dei Ragazzi quando stava ormai per chiudere!

Photo credits MammeaFirenze.

Articolo a cura di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi utilizzare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>