Nostalgia dell’estate? Le ricette che ti                       riportano i profumi delle vacanze

Finita l’estate prende anche a te la nostalgia della vacanza e di quei luoghi che ci hanno accolto e fatto stare bene? Allora perché non coccolarsi nei week end autunnali preparando quei piatti che ci restituiscono il sapore della vacanza?

Ecco qualche semplice ricetta, da preparare con i bimbi, raccontandogli la bellezza e la ricchezza di ogni angolo del nostro amato stivale.

Spritz con i cicchetti veneti

Se sei stata in vacanza a Jesolo o a Bibione, o semplicemente hai trascorso un week end a Venezia, sai di cosa parlo. I cicchetti sono l’equivalente veneto delle tapas spagnole, ovvero piattini spezza-fame da accompagnare con l’aperitivo.

Camminando per le calli di Venezia si trovano i famosi bacari, piccole osterie, in cui prendere un piatto di cicchetti con un bicchiere di bianco o con lo Spritz.

A proposito, sapevi che lo Spritz è stato inventato proprio a Venezia? La leggenda racconta che i soldati austriaci chiedessero di annacquare il vino, con uno spruzzo, “Spritz” in tedesco, di acqua gassata, in modo da renderlo più leggero. Col tempo venne aggiunto a questa bevanda l’Aperol o il Campari, rendendolo il famosissimo Spritz.

Ecco qui la ricetta per uno Spritz analcolico che possono bere anche i bimbi accompagnato da qualche cicchetto.

spritz con i cicchetti

Spritz analcolico

Dosi per 4 Spritz:

  • 150 ml spremuta di arancia o succo d’arancia 100%
  • 250 ml bitter analcolico
  • 100 ml acqua tonica freddissima
  • 4 fette d’arancia
  • 4 cubetti di ghiaccio

Procedimento:

Prendi dei calici, anche di plastica trasparente, versa due parti di succo di arancia, una parte di bitter analcolico e una parte di acqua tonica. Per dosare puoi andare ad occhio, ma per le prime volte usa un misurino, esistono quelli da cocktail o in sostituzione puoi usare una tazzina da caffè. Mescola il tutto con un cucchiaino girando dal basso verso l’alto, guarnisci con una fetta d’arancia.

Come lo Spritz, anche questa versione analcolica è un po’ amara e ai bimbi potrebbe non piacere. In alternativa puoi proporgli un aperitivo alla fragola, rosso come lo Spritz, ma dolcissimo.

Aperitivo alla fragola

Dosi per 4 aperitivi:

  • 375 ml succo d’arancia o spremuta
  • 50 ml sciroppo di fragole
  • 250 ml acqua gassata
  • 4 fragole

Procedimento:

Mescola il succo d’arancia con lo sciroppo di fragole, versa nei bicchieri. Aggiungi l’acqua gassata, per avere una bibita con le “bollicine”, guarnisci con una fragola.

Cicchetti

Per la preparazione dei cicchetti puoi usare tutta la tua fantasia e quello che c’è nel frigo. Ecco qui un piccolo elenco di cicchetti semplicissimi da fare:

  • Crostini di pane con una fettina di prosciutto o di salame
  • Crostini con burro e acciuga
  • Fettine di baguette con il formaggio fuso
  • Crostini di polenta con il ragù
  • Piccoli tramezzini
  • Frittini di verdure
  • Mozzarelle in carrozza

Piadine Romagnole

Tutti lo sappiamo, Romagna vuol dire piadine.

E se le piadine gustate lì, in riva al mare con le infradito ai piedi sono insuperabili, comunque si può provare a farle a casa. Le piadine sono davvero facili e divertenti da preparare anche con i bimbi, che adoreranno stenderle, mattarello alla mano.

ricetta piadina romagnolo

Piadine (ingredenti per 6 piade):

  • 500 gr di farina 00
  • 100 ml di latte
  • 100 ml di acqua tiepida
  • 1 cucchiaio di bicarbonato (o lievito istantaneo)
  • 80 gr di strutto (o 100 gr di olio d’oliva)
  • ½  cucchiaino di sale

Procedimento

Mescoliamo il tutto nell’impastatrice, o a mano, e lasciamo riposare 30 minuti in frigo.
Poi formiamo 6 palline e facciamole riposare altri 30 minuti sulla spianatoia coperti da uno straccio umido.

Stendiamo le piadine sottili e rotonde e poi cuociamole su un testo oppure una padella antiderente.

Attenzione alla temperatura: se la padella sarà troppo fredda, la piadina uscirà dura, se troppo calda bruciata!

Le piadine pronte puoi riempirle con quello che preferisci: squacquerone (o stracchino) e prosciutto crudo, spinaci e cotto oppure verdure grigliate. L’importante è non farle troppo raffreddare!

E per concludere farcisci qualche piadina con la Nutella.

Gli spätzle tirolesi

Passando dal mare ai monti, ecco un primo buono e gustoso, ma soprattutto un’ottima scusa per fare mangiare ai bimbi la verdura: gli spätzle di spinaci.

Gli spätzle , sono un piatto tipico della cucina tedesca, ma la sua variante agli spinaci la trovi in Trentino Alto Adige, conditi rigorosamente con panna e speck. Ecco allora che il profumo di spätzle bollenti ti porta con la mente alle cene di rientro dalle passeggiate sulle Dolomiti

ricetta spatzle con spinaci

Dosi per 4 persone:

  • Spinaci 250 g
  • Farina 00 250 g
  • Uova piccole 3
  • Acqua 100 g
  • Noce moscata da grattugiare q.b.
  • Sale fino q.b.

Procedimento

Cuoci  gli spinaci al vapore, falli raffreddare e tritali finemente. Aggiungi le uova, la farina, il sale  e un po’ d’acqua in modo che risulti un composto fluido (non liquido, ma neanche duro).
A questo punto procurati la apposita “grattugia da spatzle” oppure uno schiacciapatate e falli cadere direttamente in una pentola di acqua bollente. Pochi minuti e puoi scolare!

Condisci con burro o panna e una dadolata di speck.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Puoi utilizzare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>