Qual è la migliore merenda per i bambini in estate? I consigli della pediatra!Qual è la migliore merenda per i bambini in estate? I consigli della pediatra!

“Mamma, fa caldo, ho voglia di gelato”! Quante volte, in estate, i tuoi figli ripetono questa frase? Quando le temperature e l’afa salgono, il desiderio di cibi golosi e rinfrescanti -come gelati, granite, ghiaccioli, bibite- aumenta in proporzione alla colonnina di mercurio. Ecco perché è importante mantenere il giusto equilibrio nella merenda dei bambini.

Ciò non significa rinunciare ad un buon gelato di qualità, specialmente se artigianale, ma senza esagerare. Soprattutto quando si tratta di cibi e bevande ricchi di zuccheri! In questo articolo ti spiego qual è la miglior merenda estiva per i tuoi bambini, sana, semplice e gustosa, da portare in spiaggia, al parco e durante le passeggiate in montagna.

Frutta… che passione!

Cosa far mangiare ai bambini in spiaggia o in montagna, per una merenda salutare? Sicuramente la frutta, regina della stagione estiva: anguria, melone, pesche, susine, albicocche, sono un tripudio di colore! Ma, soprattutto, di vitamine e sali minerali che assicurano il benessere della pelle.

Puoi portarla al mare o durante le passeggiate già lavata, tagliata e riposta in pratici contenitori, sia a pezzi che sotto forma di macedonia, con l’accortezza, in quest’ultimo caso, di non aggiungere zucchero dato che la frutta ne è già ricca. Se i tuoi bambini non amano particolarmente la frutta, cospargila con qualche scaglietta di cioccolato fondente per dare un tocco più ghiotto alla merenda.

Cosa far mangiare e bere ai bambini in estate, per merenda?

Oltre alla frutta, tra le alternative più fresche e sane c’è lo yogurt che, per non interrompere la catena del freddo, ti suggerisco di trasportare all’interno di una borsa frigo. Puoi spaziare dal classico yogurt al cucchiaio, fino alle bottigliette di yogurt da bere. Se ai tuoi bambini piacciono, per una merenda più nutriente puoi optare per degli snack a base di frutta secca non salati -in particolare mandorle, noci, nocciole, pistacchi e arachidi- sia da sgranocchiare che da aggiungere allo yogurt.

Resta sempre fondamentale l’idratazione, soprattutto in estate quando si perdono elettroliti che vanno reintegrati. Limita l’uso di succhi di frutta, bibite dolci e gassate, ricche di conservanti e zuccheri. Se la classica acqua fa storcere il nasino dei tuoi figli, prepara dell’acqua aromatizzata con agrumi in spicchi, frutti rossi, menta. Oppure borracce con la loro tisana preferita, messa in infusione poi in frigorifero dalla sera precedente. In questo modo hai a disposizione bevande sane e fresche, che non incrementano il carico glucidico e calorico giornaliero.

Gelato a merenda: ogni quanto proporlo ai bambini?

Se da una parte è sbagliato pensare di far mangiare ogni giorno il gelato ai tuoi bambini per merenda, dall’altra è comunque errato negarlo ad ogni richiesta.

Trattandosi di un alimento ricco di zuccheri, non deve sostituire i pasti principali ma, ogni tanto, è lecito concedere questo sfizio. In particolare punta su quelli artigianali, preparati con ingredienti freschi, senza aromi, stabilizzanti, edulcoranti. Un buon compromesso sono lo yogurt gelato, oppure i gusti a base di frutta, che non prevedono l’utilizzo di uova, panna e latte.

Buona merenda e buona estate!

Dottoressa Vittoria Giannini – Dietista e Biologo Nutrizionista
Dietista e Biologo Nutrizionista

Articolo a cura di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi utilizzare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>