LE MARCHE: UNA REGIONE, MILLE RISORSELE MARCHE: UNA REGIONE, MILLE RISORSE

Comprese tra Emilia Romagna, Toscana ed Abruzzo, le Marche presentano un ambiente ricco e variegato e sono facilmente raggiungibili da ogni parte d’Italia.
Mare, montagna, boschi, sentieri, grotte, spiagge e mare limpido le rendono uno scrigno dagli innumerevoli tesori.

Sul confine, tra mare e natura

Vuoi assaggiare le Marche restando vicino alla Romagna? Gabicce mare è la prima città della regione, proprio sul confine.
Gabicce si sviluppa come binomio tra mare e monte. Le sue spiagge vanno dalle attrezzate alle selvagge e l’ambiente è incontaminato.
Basta salire sul vicino Monte San Bartolo per ritrovarsi nella natura a strapiombo sul mare. Nel Parco del San Bartolo si possono incontrare mucche e cavalli al pascolo, salire sulla vetta e provare quel senso di vertigine guardando in basso da una delle asperità. Da qui partono sentieri nascosti, praticabili a piedi o in bicicletta e che portano fino al mare.

A Gabicce potrai essere ospite dell’Hotel Continental, a 60 metri dalla spiaggia e a soli 30 dal centro. Tre piscine e la possibilità di scegliere se soggiornare in camera o in appartamento.
Animazione per i più piccoli e relax per i genitori fanno di questa struttura una delle più ricercate dalle famiglie.

Senigallia: spiagge per famiglie in una città tutta da esplorare

Procedendo verso sud sulla costa incontri Senigallia, una città con spiagge attrezzate, a misura di famiglia. Il mare pulitissimo e dal fondale basso e sabbioso è l’ideale per il tuo bambino!
Tanti sport da fare all’aria aperta, dallo sci nautico alle pedalate per scoprire le bellezze della città, come la rocca Roveresca al Foro Annonario.

rotonda mare

Ad agosto la città si anima con una festa molto particolare: il Summer Jamboree! Questo evento ti farà rivivere l’atmosfera anni ’50 con le sue musiche rockabilly e i vestiti a pois.
Bancarelle di dolciumi, mercatini vintage, dance camp, concerti, sfilate d’auto e moto d’epoca coloreranno il centro. Un appuntamento molto apprezzato da grandi e piccini.

orso bo senigallia

A Senigallia ti aspetta l’Orso Bo, il Family Hotel dove i tuoi bambini impazziranno di gioia!Scegli la camera che preferisci tra le tante a tema: la suite dei Sette Nani, quella di Alice e la Mille e una Notte ti sorprenderanno!
Un team preparatissimo di animatori, capitanato proprio dall’Orso Bo, saprà come deliziare i tuoi bimbi.
Questo è anche un punto strategico per partire alla scoperta del Parco Zoo di Falconara e vivere l’emozione degli incontri ravvicinati con gli animali selvatici. Ghepardi, scimmie, ippopotami…i tuoi bimbi rimarranno estasiati!

Si pensa alle palme di San Benedetto, ed è già vacanza

Per un contorno esotico, scegli la Riviera delle Palme a San Benedetto del Tronto. Col suo lungomare incorniciato dalle suggestive palme giganti ti farà sentire in un paese tropicale.

Qui potrai soggiornare all’ Hotel Relax. Un nome una garanzia, con le sue piscine riscaldate e l’idromassaggio!
L’animazione per tutte le età e la sua vicinanza alla pista ciclabile lunga 15 km, lo rendono perfetto per un soggiorno con tutta la famiglia.

san benedetto del tronto

E poi tante curiosità al Museo del Mare, tanta avventura al Querus Park dove muniti di funi e caschetto è possibile scalare le cime più alte degli alberi.
Ancora adrenalina e divertimento all’acquapark Ondablu, a tutta velocità sugli scivoli.

Le nuvole hanno deciso di oscurarti la giornata di mare? Nessun problema: ci sono Play Planet e Kinder Park, i parchi divertimento al chiuso con tantissime attrazioni.
E i tuoi bambini si troveranno a sperare in un altro giorno di nuvole per tornare qui!

Conero, il monte che ama contemplare il mare

Non si può passare per le Marche senza dedicare almeno una giornata alla scoperta della Riviera del Conero.
Da Ancona a Numanasi estendono i 20 km di costa frastagliata che caratterizzano l’Adriatico. Il Monte Conero, da cui prende il nome la Riviera, arricchisce il territorio con la sua imponenza. La sua flora, la sua fauna e i panorami mozzafiato che concede salendo in quota, sono di un fascino disarmante. Un’esperienza tra mare e terra, ricca di scoperta.

Monte Conero

Questa zona è ricca di spiagge selvagge e sentieri misteriosi.

Molte spiaggie, come quella dei Gabbiani e delle Due Sorelle, sono raggiungibili solo via mare.
La spiaggia del Trave, con la sua lunga lingua di terra che attraversa le acque formando una banchina naturale, è uno spettacolo da non perdere.
Come un funambolo, avrai la possibilità di procedere coi tuoi passi su un filo di roccia in mezzo al mare.
La spiaggia della Vela, cossì chiamata per l’enorme masso bianco che spunta dalle onde, simile alla pinna di squalo preistorico, è un’altra delle mete più selvagge.
Ideale per la pesca subacquea o le immersioni in apnea.

Per una passeggiata tra le tipicità del Conero è d’obbligo scendere alle Grotte del Passetto, ad Ancona. I Grottini scavati nella roccia, un tempo rifugio per le barche dei pescatori, offrono una cornice suggestiva e la sera si animano di mille luci.

spiaggia della vela

Addentrandoti nel Parco del Conero, dalla primavera in poi, potrai assistere ad un vero spettacolo naturalistico. Tantissime specie di uccelli migrano dal Nord Africa: un’occasione straordinaria per far ammirare ai tuoi bambini questi “guardiani del cielo” in tutto il loro splendore.
E poi ci sono un’infinità di sentieri per tutti i gusti, da fare a piedi, in bici o a cavallo!

L’entroterra, l’eco del passato che perdura

Cunicoli, grotte, passaggi segreti, antiche prigioni.. Luoghi di ritrovo, di preghiera e di cospirazione. Città a specchio, al negativo, sotterranee. Che hanno percorso secoli e che oggi sono a tua disposizione per essere visitate e scoperte. Da Osimo a Camerano si trovano chilometri di città sotto terra, scavate nell’arenaria in diverse epoche. Un viaggio nella storia e nei suoi mille misteri.

marche entroterra

Sulla Riviera del Conero sono molteplici i borghi da visitare, addirittura infiniti… ma trattando di Infinito è d’obbligo nominare Recanati, borgo che diede i natali a Giacomo Leopardi.
Qui il tempo si è fermato, tra i panorami suggestivi, il richiamo ai versi del poeta e l’effetto scenografico che l’intera cittadina produce.
Quest’anno si celebra il bicentenario de l’Infinito, uno dei componimenti più conosciuti, e la città è scenario di spettacoli, mostre, conferenze e pubblicazioni sul “pensiero leopardiano”.

Lascia un commento