Stintino: le vacanze family nei Caraibi d’ItaliaStintino: le vacanze family nei Caraibi d’Italia

Sull’ estrema punta nord occidentale della Sardegna, Stintino è quanto di meglio si possa chiedere a una vacanza balneare sull’ isola. Si tratta di un borgo delizioso, mosso da vicoletti e casette basse dai colori tenui, che scrutano i tre porti turistici – Porto Mannu, Porto Minori e Porto de l’Isolotto- da dove partono ogni giorno gite in barca, battute di pescaturismo, mini crociere a vela ed escursioni in catamarano.

Una storia singolare

stintino sardegna

Una storia, quella di Stintino, un po’ fuori dal comune. Correva il 1885, quando re Umberto di Savoia decise di fondare all’ Asinara una colonia agricola penale, costringendo le 45 famiglie che ci vivevano a trasferirsi oltre il tratto di mare che separa l’isola dalla terraferma e a stabilirsi lì, nella parte più occidentale della Sardegna, fondando uno dei borghi più belli e caratteristici. Ci troviamo infatti nella storica regione della Nurra, una terra benedetta dalla natura, ai piedi del maestoso promontorio di Capo Falcone, su una lingua di terra dove i venti da est e da ovest rinfrescano la calura estiva, regalando temperature gradevoli –tra i 26° e i 29°- anche nel cuore dell ‘estate. Caratteristica che fa di Stintino una meta ottimale anche per le famiglie con bambini.

Un tesoro di spiagge

capo falcone

 

Attrattiva numero uno sono sicuramente le spiagge, a cominciare da quella famosa e caraibica della Pelosa. Che sì, in piena stagione, è sicuramente affollata, presa di mira da frotte di turisti (occhi aperti, mamme e papà, per non perdere di vista i vostri piccoli!), ma che vale assolutamente la pena provare almeno una volta. Il tratto un po’ selvaggio declinato dalla macchia mediterranea, il candore della sabbia e la trasparenza delle acque sono davvero unici! Secondo alcuni, sarebbe la spiaggia più bella d’ Italia, con quell’ isolotto vezzoso che sta di fronte, dominato da una Torre Aragonese del 1500, costruita per proteggere il territorio. Ma tutto il litorale di Stintino è orlato da spiagge oniriche, che sono un po’ come le ciliegie, una tira l’ altra. A Le Saline, si cammina su un arenile di quarzo; a Cala Coscia di Donna, ci si tuffa in acque di smeraldo; ai piedi di Capo Falcone, la sabbia è finissima e immacolata, mentre le acque virano dall’ azzurro al turchese. Sulla zona veglia anche l’antica Torre Saracena detta del Falcone, in roccia di granito, raggiungibile a piedi o in fuoristrada.

Una gita nel Parco dell’ Asinara

Da non perdere assolutamente, un’ escursione nel Parco Nazionale dell’ Asinara, raggiungibile in soli 25 minuti di navigazione dal porto principale di Stintino. L’isola è un caleidoscopio di ambienti naturali con i suoi oltre 5 mila ettari di territorio protetto. Visitarla a bordo di un trenino con una guida sarà per i vostri bambini un’esperienza divertente e utile a conoscerne la storia, la flora, la fauna e il valore del rispetto per l’ambiente. A conquistarli, saranno anche i simpatici asinelli bianchi che pascolano liberi dappertutto, insieme a cavalli, mufloni e cinghiali. Il parco è visitabile anche con escursioni guidate in fuoristrada, a cavallo e in mountain bike.

Piccoli sportivi crescono

bambini vacanza mare

Stintino offre ai bambini moltissime attività all’ aria aperta, come tornei di calcio, basket, mini volley e l’opportunità di prendere confidenza con sport acquatici, come vela, windsurf, kitesurf e snorkelling sotto la guida di esperti istruttori, presso i diversi centri nautici.

Vacanze da gourmet

polpo stintinese

A Stintino, la vacanza va a braccetto con la buona cucina, soprattutto quella di pesce, che vede tra i suoi cavalli di battaglia frutti i mare e crostacei freschissimi, come l’aragosta, preparata tradizionalmente a mo’ di zuppa accompagnata  dalle patate. Famosa e pregiata è anche la bottarga di tonno, anche se la vera specialità del borgo è il polpo, nelle due varianti: alla stintinese, un’ insalata delicatissima di polpo lessato e patate, condita con aceto, prezzemolo e cipolla. E in agliata, infarinato e fritto, su cui viene versato un condimento di olio, aglio, prezzemolo e aceto di vino bianco.

A casa di Candy Bu

 

Di fronte al Parco Nazionale dell’Asinara e a un tiro di schioppo dalla magnifica spiaggia della Pelosa, il Cala Rosa Club Hotel è un albergo family incorniciato da un ampio giardino, che ha voluto conservare quell’ atmosfera da borgo di pescatori tipica di Stintino, coniugandola a scelte e dettagli di design. Oltre a una grande piscina con due vasche, di cui una riservata ai più piccoli, l’hotel dispone di una spiaggia privata presso lo Yacht Club, con sabbia, roccia e acqua bassa, area giochi, piscina con acqua di mare, lezioni di vela e canoa. Ai bambini è dedicato un mini club con parco giochi in cui valgono solo le regole spassose dettate dalla simpatica mascotte Candy Bu.

Lascia un commento