La checklist dello zainoLa checklist dello zaino

NOTIZIE E SPECIALI CONSIGLI DI VIAGGIO DAL NOSTRO FAMILY MAGAZINE!

Prepararsi per una escursione in montagna, specie con i bambini, è un’avventura già prima della partenza: scegliere il percorso, controllare il meteo, stimolare i bambini per la gita da fare, preparare gli zaini e verificare di non aver dimenticato nulla… Per rendere più piacevole la giornata di escursionismo in famiglia, pensata per un percorso con rientro prima di sera, ecco un piccolo vademecum di cosa sarebbe necessario avere sempre con sé, modulabile ed integrabile in base alle esigenze personali.

Per le uscite più impegnative o su più giorni, bisogna prevedere di portare con sé anche il necessario per dormire fuori – in rifugio o in tenda – ma l’elenco diventerebbe troppo corposo e lungo da seguire.
Fondamentale ricordarsi di portare una buona scorta di acqua, nel caso non ci fossero sul percorso fontane o rifugi dove rifornirsi, maglie e calze di ricambio specie per i bambini, e qualcosa che possa impedire ai piccoli di annoiarsi durante la camminata, anche se la loro fantasia riuscirà spesso a trovare situazioni nuove e avventurose da affrontare.
Preparandovi per l’escursione non dimenticate di portare con voi la mappa cartacea della zona in cui vi recherete, perché gli smartphone odierni hanno molte applicazioni per indicare i sentieri, ma in montagna il telefonino ha poca ricezione e può scaricarsi rapidamente. Naturalmente potete dotare la vostra famiglia dei bastoncini da trekking, che aiutano a risparmiare la fatica sulle ginocchia in discesa, di copri-zaino impermeabile nel caso di scrosci di pioggia improvvisi e portare nello zaino un piccolo ombrello per ripararvi.

COME PREPARARLO

Come regola generale, si mette sul fondo sempre il materiale che si utilizza di meno. Per cui inserire prima gli abiti di ricambio, il kit di emergenza e la giacca a vento.
Poi adagiate nello zaino il cibo e le borracce, lasciando almeno una bottiglia di acqua all’esterno dello zaino per essere facilmente raggiungibile. Quindi l’eventuale macchina fotografica e i documenti, inseriti in un sacchetto per proteggerli.
Il peso deve essere equamente distribuito e lo zaino aderire bene alla schiena, per evitare inutili affaticamenti a voi e ai bambini.

LO ZAINO DEI GENITORI

una dotazione minima e ampliabile del materiale che potrà servire in occasione di una escursione in montagna è indicata in questo elenco:
cappello per riparare dal sole;
occhiali da sole;
maglione, perché in montagna la condizione meteorologica può variare repentinamente;
maglietta e calze di ricambio;
giacca a vento impermeabile, il cosiddetto “guscio” che protegge da acqua e vento;
coltellino;
crema solare, in montagna il sole è molto più forte;
fazzoletti di carta e/o salviettine umidificate, utili per pulire piccole escoriazioni o per pulire le mani prima di mangiare;
– un paio di sacchetti di plastica: uno per metterci i vestiti ed uno, fondamentale, per riportare sempre indietro i rifiuti prodotti;
kit di pronto soccorso, oppure cerotti, garze, disinfettante e cerotti per le vesciche;
torcia o lampada frontale se l’escursione diventa troppo lunga o ci sono caverne da visitare;
borraccia con bicchiere;
acqua in abbondanza – calcolare almeno 1 litro a testa;
portafogli, da inserire in busta di plastica per evitare l’umidità;
cibo quanto basta, compresa cioccolata e biscotti per i bambini e soprattutto frutta e alimenti non molto pesanti da digerire.

LO ZAINO DEI BAMBINI

Per lo zaino dei piccoli escursionisti, il contenuto ricalca più o meno quello dei genitori, almeno per la parte vestiario. Ricordarsi di portare sempre gli occhiali da sole, perché gli occhi dei piccoli sono molto più sensibili dei nostri.
– cappello per riparare dal sole;
– occhiali da sole;
– maglione;
– maglietta e calze di ricambio;
– giacca a vento impermeabile, il cosiddetto “guscio” che protegge da acqua e vento;
– scarpe di ricambio (facoltative);
– piccoli giochi per evitare la noia.
E ora… Buona passeggiata!

Lascia un commento