Viaggiare con i bambini: tutto quel che c’è da sapere (per non impazzire)Viaggiare con i bambini: tutto quel che c’è da sapere (per non impazzire)

Essere genitori è un’esperienza fantastica, quasi magica. Ti innamori di quei piccoli esseri dispotici che sono i tuoi bambini.
Li ami alla follia, per loro faresti di tutto, rinunceresti a tutto. E lo fai.
Ma a qualcosa è più difficile rinunciare. Per me, ad esempio, è impossibile privarmi dei viaggi.
Io adoro viaggiare. Ecco perché oggi vorrei darvi qualche consiglio per viaggiare con i bambini con serenità. Questi consigli derivano da 4 anni di esperienze, a volte traumatiche, altre bellissime, di viaggi fatti insieme. Non più romanticamente in due, ma felicemente in quattro 🙂

Viaggiare con i bambini: tutto quel che c’è da sapere (per non impazzire):

  1. Nessun Dorme Rilassatevi.
    Vi sembrerà un consiglio banale, ma non lo è. Rilassatevi, perché se voi sarete calme e tranquille anche i bambini lo saranno, mentre invece se sarete agitate o preoccupate o in uno stato d’ansia assoluta anche loro si agiteranno.
    Quindi inspirate profondamente e espirate. Fatelo ancora. Ancora una volta. Via, siete pronte per cominciare con il piede giusto il vostro viaggio.
  2. State calme.
    Anche questo vi potrebbe apparire scontato, ma non lo è. State calme e ricordatevi che non state partendo per un viaggio senza ritorno e neppure andrete nel deserto dove non incontrerete anima viva, non si tratta di un viaggio di sopravvivenza. Questo per dirvi che non c’è bisogno di portare dietro  tutta la casa stipata in una valigia. Ovunque andrete, se avrete dimenticato qualcosa di fondamentale, lo potrete acquistare (o forse vi accorgerete che potreste anche farne a meno, fantastico eh?)
  3. Ricordatevi che niente è impossibile.
    In fondo sono solo dei bambini e non dei piccoli nani malefici. Ok, forse lo sono (dei piccoli nani malefici) ma in fondo sono anche adorabili, sapranno farvi ridere di cuore e stupirvi. Dategliene la possibilità. Anche dopo essere diventata mamma, non ho mai smesso di partire. Il mio primo figlio ha fatto il suo battesimo dell’aria a soli 4 mesi. A Berlino c’era la neve ed era freddo, ma noi eravamo felici e lui era felice con noi (o almeno credo). Il mio secondogenito ha preso un traghetto a soli 40 giorni e insieme a lui ci siamo persi di notte in una Sardegna spaventosa e splendida. Non credo ne abbia poi sofferto. A volte ci vuole coraggio, altre incoscienza.
  4. Nessun DormeNon sono i bambini a limitarvi nel viaggiare, siete voi che lo fate.
    Io lo so, è normale avere paura, avere dei dubbi, delle perplessità. Non è normale però pensare che una volta che si abbiano dei figli è impossibile viaggiare. Non lo è.
    Partire è emozionante per tutti, per grandi e piccini. Per tutti è una fonte di crescita e un’opportunità per scoprire cose nuove, mondi nuovi, sogni nuovi.
    Non privatevi di questo e non private nemmeno i vostri figli di questa esperienza strabiliante.
  5. Ricordatevi che viaggiare è prima di tutto emozionante.
    Lasciate che i vostri occhi si riempano di meraviglia. Davvero, gotedevi il viaggio, non state lì a pensarci troppo.
    Vivete il vostro viaggio, fino in fondo.

Mamma, amiche, davvero, viaggiare con i bambini non solo è possibile, ma è meraviglioso. Non rinunciate a farlo!

Photo credit: Valentina Gattei 

Lascia un commento